I social network sono una delle rivoluzioni digitali degli ultimi anni perché hanno completamente cambiato il modo di interagire delle persone tra loro. Facebook, Twitter, Google Plus, Pinterest, Instagram e molti altri, hanno introdotto un modo nuovo di condividere e relazionarsi, creando delle possibilità di “comunicare” davvero incredibili. Tra tutti i canali sociali, è fuori discussione che Facebook sia il re assoluto e incontrastato perché vanta oltre 1,4 miliardi di utenti attivi in tutto il mondo.

Da questo punto di vista i canali sociali hanno introdotto anche delle strepitose opportunità per le aziende, perché oggi è possibile interagire con gli utenti social attraverso le piattaforme commerciali come Facebook Ads, targettizzando in maniera piuttosto precisa l’utenza ideale attraverso moltissimi parametri come gli interessi, la zona geografica, i dati demografici e le preferenze personali.

Di conseguenza è importante per le aziende utilizzare al meglio i canali sociali, ottimizzando le pagine attraverso l’uso corretto sia delle impostazioni sia della comunicazione. Di seguito vi suggerisco alcuni consigli utili per gestire in modo professionale una pagina aziendale in Facebook.

canali-sociali-per-aziende

Come gestire la pagina aziendale di Facebook

Ho già premesso che Facebook è in assoluto il social network più utilizzato al mondo, ma ovviamente questo straordinario dato non lo salva dall’avere alcuni difetti. Negli anni la piattaforma software ha subito diversi aggiornamenti, alcuni migliori di altri, ma quello che è importante capire è che non si tratta di un software perfetto. Facebook presenta diverse “complicazioni”, soprattutto se non si seguono alcune linee guida best practice, che possono mettere in difficoltà l’utente non professionista (in molti casi mette in difficoltà anche il professionista).

Dopo questa breve introduzione vorrei chiarire un’ultimo punto molto importante. Facebook nasce per permettere alle persone di comunicare tra loro. Successivamente sono stati introdotti moltissimi strumenti per le aziende. Quindi chiariamo subito che: le persone utilizzano i profili, mentre le aziende utilizzano le pagine. La differenza tra i due strumenti è determinante, perché sono stati pensati ognuno per il proprio scopo e utilizzo. Quindi per la tua azienda dovrai creare una pagina che utilizzerai attraverso il tuo profilo personale.

1 – profilo personale

La prima cosa che dovrai fare, se non lo utilizzi già, è creare il tuo profilo personale. Il profilo personale è determinante perché ti permette di gestire la pagina aziendale, ma anche di farti riconoscere come professionista del settore (oltre ad interagire con i tuoi amici). Ti sconsiglio vivamente di creare un profilo personale fasullo, con nomi di fantasia, solo perché non vuoi utilizzare i tuoi dati personali. Se non vuoi utilizzare dati personali, lascia perdere i canali sociali e il Web marketing in generale.

La creazione del profilo personale è semplice, perché è sufficiente seguire le istruzioni di Facebook compilando dettagliatamente tutti i campi disponibili.

crea-profilo-facebook

2 – pagina aziendale

Una volta creato il profilo personale, potrai creare la pagina aziendale. Sempre nella stessa pagina in cui ti sei iscritto a Facebook, nella parte inferiore, trovi il link per creare una pagina. Anche in questo caso il percorso guidato è semplice, in cui devi compilare i campi richiesti con le informazioni della tua azienda, inserendo anche il logo.

crea-pagina-facebook

3 – configurare la pagina

Una volta creata anche la pagina per la tua azienda, la prima cosa che ti consiglio di fare è di passare alle impostazioni. In alto a destra trovi il pulsante che ti porta all’interno delle impostazioni della pagina. Moltissime voci sono assolutamente chiare, e quelle che ti segnalo sono:

  • GENERALI
    • Verifica la pagina, ovvero dimostrare a Facebook che la sede fisica che hai inserito con l’indirizzo e il numero di telefono sia davvero connessa alla pagina;
    • Post delle persone che visitano la pagina, decidere se far postare agli utenti dei contenuti nella tua pagina (salvo necessità specifiche, io ti consiglio di disattivare questa possibilità);
    • Pubblico della sezione notizie e visibilità dei post, soprattutto se il tuo business è di carattere locale (es. un ristorante) potresti targettizzare il pubblico della tua pagina;
    • Moderazione della pagina e filtro volgarità  valuta con attenzione se ritieni che un filtro sulla “volgarità” possa essere utile;
    • Unione delle pagine, se ad esempio in passato avevi già creato una pagina dell’azienda e ora vorresti unirla a quella che stai creando, questa opzione (da utilizzare con attenzione) è quella corretta.
  • INFORMAZIONI SULLA PAGINA
    • Ti consiglio di compilare tutti i dati richiesti (salta solo quelli che ritieni non adatti al tuo business).
  • RUOLI DELLA PAGINA
    • In questa sezione puoi aggiungere i collaboratori che partecipano alla gestione della tua pagina aziendale.

impostazioni-pagina-facebook

4 – inserisci le immagini istituzionali

La pagina, nella parte superiore, possiede due immagini: la cover (che misura 851×315 pixel) e il profilo (che misura 180×180 pixel). Ti consiglio di inserire nel profilo il logo ben riconoscibile della tua azienda, mentre di utilizzare la cover come “copertina” (immagina la copertina di un magazine), da aggiornare a seconda della tua strategia di marketing.

cover-pagina-facebook

5 – aggiungi una call to action

Una call to action è un invito all’azione, ovvero una possibilità che fornisci all’utente di poter fare qualcosa per interagire con la pagina (es. richiedere informazioni, oppure leggere il testo completo di un articolo). La pagina Facebook ti fornisce questa possibilità con un pulsante configurabile vicino alla cover.

call-to-action-pagina-facebook

6 – crea una strategia

Se utilizzi la pagina Facebook per la tua azienda, devi avere un approccio professionale. Per catturare l’attenzione degli utenti devi creare e condividere dei post che siano interessanti, informativi e naturalmente originali. Avere un blog aziendale nel proprio sito Web aiuta molto, perché ti permette di condividere in Facebook gli articoli che crei con molto impegno nel blog. Ovviamente oltre a postare i tuoi articoli del blog, puoi anche creare dei post che siano informativi, che forniscano un valore aggiunto alla navigazione dei tuoi followers (ovvero le persone che seguono la tua pagina aziendale).

Puoi sicuramente condividere articoli, video e immagini di altre pagine o siti Web diversi dal tuo, ma fallo sempre con intelligenza, perché questa attività comporta che gli utenti clicchino su contenuti non presenti nelle tue pagine.

Per questi motivi brevemente elencati, ti consiglio vivamente di creare una strategia che sia in linea col marketing della tua azienda. Un valido strumento per organizzare queste attività è il calendario editoriale.

7 – utilizza un calendario editoriale

Creare un calendario editoriale è il modo migliore di utilizzare i canali sociali in modo professionale. Questo semplice strumento organizzativo, ti permette di programmare le pubblicazioni nel tempo e di mantenere una traccia sul tuo operato (molto utile quando devi pubblicare nuovamente qualcosa).

8 – tempi (e quantità) di pubblicazione

Una delle domande più frequenti è quando (e quanto) bisogna pubblicare in Facebook. Ovviamente non c’è una risposta aurea, perché dipende dal settore, dalla strategia e dalla nicchia di utenti scelta. Se dovessi darti una risposta, ti direi che ogni giorno le persone sono sommerse dai post di Facebook e quindi ti suggerisco di pubblicare solo quando hai qualcosa di importante da dire (o da condividere). Creare la strategia di marketing serve proprio a questo, ma in linea di massima pubblicare un post al giorno è più che sufficiente.

9 – modalità di pubblicazione

Per quanto riguarda la pubblicazione dei post, il consiglio migliore che ti posso dare è quello di essere diretto: fornisci subito e in maniera chiara l’informazione agli utenti, senza giochi di parole. Ricordati sempre che il post è composto da un’immagine (che deve essere sempre rappresentativa e persuasiva) e una parte testuale. Il messaggio deve essere chiaro ed esplicito.

10 – consigli utili finali

In conclusione di questa breve carrellata su come gestire efficacemente una pagina Facebook aziendale, ti voglio lasciare con qualche consiglio finale:

  • Ritengo che abusare degli hashtag sia pedante. Utilizzali con intelligenza e parsimonia, almeno che non ci sia una motivazione strategica e/o commerciale.
  • La pagina Facebook dell’azienda non è un e-commerce, quindi non cercare di vendere i tuoi prodotti e/o servizi agli utenti. Informa le persone, condividi notizie e comunicazioni interessanti, e cerca di aumentare l’engagement (il coinvolgimento, l’interesse, l’interazione) dei tuoi utenti sociali con la pagina;
  • Uno degli errori più comuni è essere auto-referenziale: alle persone non interessa quanto sei bravo, ma interessa quale vantaggio possono ricavare dall’utilizzare i tuoi prodotti oppure i tuoi servizi.
  • I social network sono un territorio informale, quindi cerca di esserlo anche con i tuoi utenti.
  • Gestisci con cura i commenti e le risposte che fornisci sulla pagina. Essere sempre sincero e diretto aiuta e soprattutto ti evita di dover gestire qualche “crisi sociale” con gli utenti.
  • Non puoi piacere a tutti, quindi scegli la tua nicchia e lavora per essere un punto di riferimento per loro.
  • Utilizza gli Insight (le statistiche). Ogni 15 giorni dai un’occhiata alle statistiche della pagina, perché dalla loro lettura si possono ricavare moltissime informazioni utili sui tuoi utenti sociali e sulle loro preferenze.
  • Oramai hai deciso di utilizzare Facebook per la tua azienda, quindi organizzati, mantieni aggiornata la tua pagina e rispondi celermente alle richieste degli utenti.

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.
Share This